fbpx
lunedì, Luglio 6, 2020
Home > Consigli > Test: carrello bici per bambini Tout Terrain pensato per i single track
carrello bici bimbo con mamma nel bosco
ConsigliMamma in bici

Test: carrello bici per bambini Tout Terrain pensato per i single track

State cercando il carrello da bici o rimorchio per portare con voi i vostri bambini? Ecco i consigli di mamma Giulia.

Siete diventati genitori e non volete rinunciare alla bici, anzi volete cercare di coinvolgere sempre di più tutta la famiglia nelle vostre uscite ma non sapete che carrello da bici per bambini acquistare? Noi abbiamo testato per voi il Singletrailer di Tout Terrain e siamo pronti per darvi il nostro feedback!

Considerazioni generali

Il carrello bici per bambini di Tout Terrain grazie alle sue specifiche caratteristiche promette di percorrere in sicurezza e comfort ogni tipo di terreno.

Infatti è l’unico carrello da bici per bimbi mono ruota e ammortizzato che grazie al suo ingombro ridotto ha tutte le carte in regola per essere il mezzo ideale per trasportare i vostri bimbi sia sulle classiche piste ciclabili che su sterrati più impegnativi.

bimbo nel carrellino da bici Tout Terrain durante escursione in bicicletta

Genitori amanti dell’off-road se il vostro obiettivo è portare con voi i vostri bimbi piccoli (anche molto piccoli) su sterrati e singletrack in mountain bike il Singletrailer potrebbe essere proprio il rimorchio da bici che fa al caso vostro.

Non vi resterà che organizzarvi al meglio come vi abbiamo raccontato nel precedente articolo e il divertimento sarà assicurato per tutta la famiglia.

Caratteristiche principali del carrello Singletrailer Tout Terrain

  • È un carrello mono ruota 20”;
  • Ammortizzatore con sospensione regolabile 160/200 mm;
  • Stabile e resistente agli urti (telaio in CrMo);
  • Misura in larghezza 45 cm;
  • Massima maneggevolezza grazie allo snodo sferico agganciato al tubo sella;
  • Cavalletto.

Ecco alcuni dati tecnici:

  • Misure: 200 cm x 40 cm x 95 cm;
  • Peso: 9,5 kg;
  • Compatibile con bici con ruote da 26’’ dal 2019 anche 27.5“ e 29’’;
  • Carico massimo 25 kg;
  • Garanzia di 3 anni.
Come si installa il carrello bici di Tout Terrain alla mountain bike
Photo credit: Stefano Aiti

Sulla carta il trailer da bici per bimbi Singletrailer di Tout Terrain sembra offrire notevoli vantaggi.

Con i suoi 45 cm di larghezza risulta essere poco più largo rispetto all’ingombro della vostra mountain bike (larghezza manubrio) e il peso di 9,5 kg promette una resistenza al rotolamento estremamente bassa e costante.

Due caratteristiche da non sottovalutare in quanto influiscono notevolmente sulla qualità della pedalata di chi deve portare il carrellino… Soprattutto in salita 😉

Qualche consiglio per l’installazione del carrello

Il carrello bici per bambini Singletrailer Tourt Terrain si collega alla bici tramite uno snodo che si connette all’attacco da installarsi sul tubo sella.

Quest’ultimo resta permanente sulla bici ospitante, quindi nel caso si abbiano più biciclette, conviene acquistare più adattatori con aggancio della misura adeguata per lasciarli installati e pronti all’uso su ogni mountain bike.

Gli attacchi sono costruiti in maniera molto precisa e calzano perfettamente sul diametro del tubo sella: se da un lato questo conferisce maggiore sicurezza, dall’altro la sua installazione diventa un procedimento un po’ lungo.

Comunque, una volta superato l’inserimento dell’aggancio al tubo sella la connessione del trailer alla bici si effettua veramente in un minuto, forse meno.

Lo snodo presenta una classica chiusura a “galletto” in stile bici da corsa, e una ulteriore sicura a spina che ne evita lo sfilamento accidentale.

Come ulteriore sicurezza c’è anche un cavo d’acciaio con un moschettone da fissare al telaio della bici.

Attacco del carrello bici di Tout Terrain al tubo sella della mountain bike
Photo credit: Stefano Aiti

Questo snodo sferico rende il rimorchio più agile e manovrabile anche sui passaggi più stretti come quelli che si possono incontrare sui trail nei boschi in mountain bike. Inoltre, grazie a questo tipo di giuntura al tubo sella l’angolo di inclinazione riduce al minimo le forze laterali in curva.

Per aiutarvi nel procedimento di installazione del rimorchio alla bici una volta messo in cavalletto, il carrello bici resta diritto e riesce a mantenere in piedi anche la bici. Quando avrete collegato il tutto il cavalletto si ripiega e si fissa con un apposito gancio sotto il trailer.

Tutto questo senza dover scendere a compromessi in termini di sicurezza e comfort: la seduta del bambino è dotata di un ammortizzatore con corsa regolabile fra i 160/200 mm.

Noi lo gonfiamo fra i 45 e i 50 bar, tenendo la gomma sui 2,5 bar, ma queste misure potrebbero variare in base al peso del vostro pupo/pupa.

In aggiunta il telaio in CrMo con cui è costruito il carrello bici per bambini offre un notevole assorbimento agli urti e il sedile è ricoperto da tessuto traspirante e ripieno di schiuma di poliuretano  che protegge il bimbo da surriscaldamento e freddo.

La cintura di sicurezza è a cinque punti e imbottita per aumentare comfort e sicurezza.

Il rimorchio è adatto a bambini di età compresa tra circa 3 mesi a 5 anni.

Ai lati sono presenti due finestre panoramiche in materiale UV-assorbente che forniscono al vostro piccolo passeggero una buona visibilità e protezione.

Le configurazioni del Singletrailer previste sono quattro:

  1. Aperto: le due tendine vengono arrotolate e fissate in sede tramite degli appositi bottoni;
  2. Chiuso con la tendina in rete: il bimbo potrà godere dell’aria fresca ma rimanere ancora protetto;
  3. Con parapioggia: il trailer non è impermeabile ma a prova di acqua;
  4. Con parasole.

ACCESSORI UTILI:

  • Amaca consigliato per bimbi dai 3 ai 6 mesi;
  • Riduttore consigliato per bimbi dai 6 ai 12 mesi;
  • Tendina parasole;
  • Cuscini laterali;
  • Borsa porta oggetti 9L;
  • Parafango.

Costo base del carrello bici per bambini Singletrailer Tour Terrain: 1390,00€.

carrello bici con bimbo in ciclabile sterrata con papà in mountain bike

Il nostro test su sterrati e single track

Stiamo usando il Singletrailer con nostro figlio Bruno ormai da un anno e più di 2000 Km quindi il nostro può definirsi un test di lunga durata.

È stato messo alla prova sia in montagna che nelle uscite più vicine a casa, sia in gravel che in mountain bike e ci ha permesso di condividere a pieno la nostra più grande passione con il piccolo di casa.

Come si comporta il carrellino in salita?

Ovviamente il peso del carrello bici per bimbi si fa sentire, considerando che con bimbo annesso più o meno arriva a pesare almeno sui 20 kg. Il peso si avverte soprattutto in partenza, poi ci si abitua velocemente. L’ideale sarebbe ovviamente avere una bici a pedalata assistita.

Nel complesso, una volta comprese le dinamiche, si pedala tranquillamente senza particolari problemi.

Permette di affrontare agilmente anche salite anche su terreni sconnessi, addirittura di superare piccoli gradini o radici, senza scomporsi o portare scossoni al bimbo legato all’interno.

Come si comporta il carrello Tout Terrain in discesa?

Abbiamo affrontato con il trailer praticamente tutte le tipologie possibili di discese, da quelle su strada bianca o in asfalto a quelle più tecniche su singletrack.

Il carrello bici si comporta sempre molto bene: non si scompone e non ha mai avuto reazioni inaspettate come ad esempio scarti improvvisi e non si impunta sugli ostacoli.

L’ottima sospensione copia tranquillamente qualsiasi asperità e persino in occasione di piccoli salti, le vibrazioni portate al bimbo sono pressoché nulle.

Abbiamo potuto notare che la differenza la fa soprattutto il mezzo trainante.

Il carrello montato sulla gravel

Con la gravel ad esempio, si avverte maggiormente il peso in discesa a causa della sezione minore dei copertoni e dell’impianto frenante. Il rimorchio comunque non è mai andato in difficoltà, ma è bene frenare con le dovute accortezze, soprattutto nel caso di discese molto lunghe.

Noi consigliamo l’utilizzo anche sulla gravel di un reggisella telescopico.

carrello bici con bimbo in bici in argine
Bruno in gravel con la mamma in argine d’inverno

Il carrello montato sulla mountain bike

Con la mountain bike tutto diventa più semplice: il telaio più generoso accoppiato a ruote e freni più grandi, si tramutano in un senso di maggior sicurezza e maggior controllo sul complesso bici-trailer. La maneggevolezza, già eccellente in pianura e in salita, resta ottima anche in discesa.

Facendo attenzione a non chiudere troppo le curve, vi troverete a divertirvi assieme al vostro bimbo come due pazzi!

Alcuni consigli per pedalare sullo sterrato

L’unico limite che abbiamo potuto riscontrare nel percorrere delle strade sterrate con il singletrailer è l’altezza da terra del trailer stesso: a volte, infatti capita di toccare rocce o piccoli gradini nel tentativo di superarli.

La sospensione, da noi configurata a 200m di escursione, se tarata correttamente, copia pressoché ogni asperità: il bimbo viene cullato talmente dolcemente che spesso si schiaccia dei gran pisolini!

Basterà prestare attenzione a gradini e ostacoli sopra i 10 cm e potrete andare ovunque.

Bruno nel carrello bici e papà in gravel in sterrato in montagna

Succederà ogni tanto di toccare ai lati con il carretto, nulla di grave, la struttura è resistentissima e di solito l’unico elemento che si striscia è il cavalletto che è stato studiato apposta a per funzionare come un paraurti-slider. Ovvero, permette di appoggiarsi su un ramo e di farlo scivolare senza rovinare il rivestimento.

Qualche piccolo accorgimento fa la differenza

Una nota di merito va alla ruota alleggerita con un numero minore di raggi rispetto al solito. Nonostante le infinite sollecitazioni è ancora perfettamente centrata, e il copertone Schwalbe Black Jack ha sempre garantito aderenza anche nei passaggi più ostici o infangati.

Tutt’oggi non abbiamo mai bucato.

Come si comporta il carrello Tout Terrain nei tratti stretti?

Questo è il campo in cui il carrello bici di Tout Terrain non ha rivali. Il suo ridottissimo ingombro vi permetterà di passare ovunque riesca a passare la vostra bicicletta, prestando ovviamente attenzione alla lunghezza e al differente raggio di sterzata che ha il carretto.

Per il resto, vi troverete a non pensare più al fatto se ci passi o meno.

E sulle piste ciclabili in asfalto

carrello bici con bambino in mountain bike con la mamma
Photo credit: Stefano Aiti

La peculiarità di questo trailer, rispetto a tutti gli altri presenti sul mercato, è che ha una sola ruota, e quindi un ingombro davvero ridotto. Inferiore persino, come larghezza al manubrio della bici.

Ovviamente, una volta collegato alla bici, il treno così composto va imparato a gestire ma anche nelle ciclabili con infiniti paletti, di solito si riesce con un pò di pratica a passare senza fermarsi.

Con un trailer a due ruote la difficoltà sarebbe enorme se non addirittura impossibile talvolta.

 

Complessivamente ci si dimentica di averlo dietro dopo qualche uscita, e questo è davvero uno stimolo all’utilizzo continuo.

La scorrevolezza è garantita da una ruota da 20” montata su cuscinetti, in pianura davvero non ci si accorge di avere 20 kg attaccati dietro.

Ecco le mie conclusioni

Aspetti positivi

Complessivamente il carrello bici di Tout Terrain non ha davvero problemi di manutenzione. Una normale pulizia e lubrificazione delle varie parti saranno sufficienti per mantenerlo in efficienza.

Dovrete solo prestare attenzione alla corretta regolazione della pressione dell’ammortizzatore posteriore, questo infatti va regolato in base al peso del bimbo.

Inoltre, ogni volta che assicurerete il trailer alla bici vi consigliamo di fare un rapido check dello snodo: è solido e ben costruito, ma per una maggiore sicurezza meglio controllare che non vi siano giochi fra le parti.

I tessuti che compongono il rimorchio e il riduttore, per chi lo dovesse acquistare, si rimuovono facilmente e possono essere lavati in lavatrice a 30°.

Aspetti negativi

L’unico punto debole da segnalare a nostro parere è il cavalletto, poiché il più esposto agli urti. Noi lo abbiamo protetto con un tubo di canna del giardino tagliato per lungo.

Un aspetto da valutare è quello relativo al costo del Singletrailer, perchè al prezzo base di 1390€ vanno aggiunti almeno: il costo del riduttore (prima dei 12 mesi è obbligatorio) di circa 75,00€, il costo dell’adattatore (40.00€ + riduttori eventuali 12,90€) e anche lo spinotto rapido di sgancio presente sullo snodo (21.90€). Quindi il prezzo finale risulta essere vicino ai 1500€.

Se pensate di usarlo molto e soprattutto per giri in sterrato o lunghi viaggi fa sicuramente al caso vostro!

Suggerimenti per l’acquisto

In Italia al momento non c’è nessun rivenditore Tout Terrain quindi potete comprare il carrellino soltanto on line.

Un modo per risparmiare sul prezzo è quello di acquistare il rimorchio usato.

Dal 2018 è stato cambiato il braccio di collegamento dal carrello alla bici rendendolo compatibile con le bici da 27,5’’ e 29’’, quindi se lo acquistate usato vi consigliamo di prestare attenzione all’anno del modello. Altrimenti un’altra possibilità è quella di comprare separatamente il braccio al costo di 349,00€.

Purtroppo in Italia noi non ne abbiamo trovati di usati. Avevamo rintracciato qualche “esemplare” in Germania o in Austria ad un costo che andava dagli 800,00€ per i modelli vecchi (a cui avremmo dovuto aggiungere i 349,00€ del braccio perchè abbiamo una 29’’ in casa) a 1000€/1200€ per i modelli nuovi.

Aggiungendo il costo della spedizione abbiamo considerato che il risparmio non sarebbe stato così conveniente e abbiamo deciso di prenderlo direttamente nuovo in un sito tedesco dove potete trovare anche altri diversi accessori utili.

Per tutte queste ragioni noi siamo estremamente soddisfatti dell’acquisto del carrello bici per bimbi Singletrailer di Tout Terrain: ha reso le nostre nuove uscite in bici in famiglia un divertimento per tutti.

Dovesse arrivare un altro bimbo ne aggiungeremo sicuramente un altro in garage! 😀

Vi lasciamo con il video del nostro test del carrello bici per bambini di Tout Terrain: potrete curiosare e vedere da vicino ogni dettaglio. Buona visione 😀

Giulia Morandin
https://www.ridelikeagirlproject.com
La mountain bike è la mia più grande passione, mi piace andare all'avventura e scoprire località nuove e remote in sella alla mia bici. Umanista di formazione, sono un'amante della natura e dello sport, tanto da averne fatto una professione. Sono insegnate di pilates e di spinning e anche accompagnatrice mountain bike.

Rispondi