fbpx
sabato, Maggio 15, 2021
Home > Consigli > Allenarsi a casa: l’alternativa alla bici è il Pilates online di Miretz
Pilates online e black roll con Miretz
Consigli

Allenarsi a casa: l’alternativa alla bici è il Pilates online di Miretz

Avete mai pensato di scegliere il Pilates Online come alternativa o abbinamento all’allenamento invernale con la bici?

Abbiamo scoperto il plates grazie alla nostra Giulia la quale lo insegnava prima della sua gravidanza e già lei ci aveva fatto avvicinare e appassionare a questa disciplina che abbiniamo ai nostri eventi Ride Like a Girl come rilassamento muscolare post pedalata.

Ma con il primo lockdown ci siamo avvicinate ancora di più al pilates come alternative ai classici rulli e per distrarre la mente dalla vita casalinga che ha sicuramente causato a tutti posture scorrette e acciacchi qua e la. Grazie al passa parola di un’amica ciclista, siamo arrivate a conoscere e seguire Paola di Piacenza e le sue lezioni di Pilates live su instagram.

Per iniziare le lezioni con Paola bastano davvero poche cose: un tappetino per yoga o pilate, abbigliamento comodo e se necessario un cuscino o una palla (se non possedete gli attrezzi per il pilates).

Era ormai diventato un appuntamento fisso quello del Pilates online di Miretz (Paola Miretta di Fitness Boutique Piacenza), che teneva compagnia e che ormai era ed è tutt’oggi luogo di ritrovo per interagire con altre persone vicine e lontane, e che ci ha fatto scoprire il piacere di “stretchiare” i nostri muscoli grazie a semplici movimenti a terra e all’utilizzo di pochi attrezzi e di una corretta respirazione.

Ed è cosí che abbiamo pensato di mettervi in contatto con lei direttamente, scambiare due parole con Paola e chiedendole di darci qualche informazione utile per seguire i suoi corsi di Pilates online.

Paola Miretta detta “Miretz” e i corsi di Pilates Online

Paola Miretta è una Personal & Fitness Trainer titolare di Fitness Boutique, un piccolo studio di pilates, antigravity yoga e fitness a Piacenza che grazie al particolare anno 2020 è diventato anche in modalità virtual studio!

Paola Miretta insegnante di Pilates online

Paola e lo sport: l’hai sempre praticato? Cosa ti ha portato a insegnare e quali discipline insegni?

Lo sport è sempre stato una costante. Da piccola ho provato di tutto: ginnastica, pallavolo, equitazione e nuoto. Quest’ultimo ha occupato diversi anni della mia vita portandomi a praticarlo anche in modalità agonistica. Poi, è arrivata la corsa. Proprio recuperando da un infortunio ho conosciuto il fitness, dapprima la sala pesi, poi i corsi musicali.

Per me è stata una sfida: tutti andavano a destra e io a sinistra! Non poteva essere e così è nata la dedizione. Volevo superare i miei limiti. Sono entrata nella Federazione Italiana Fitness e da lì la mia formazione non è mai finita.

La passione mi ha portato all’insegnamento e allo studio di discipline come il pilates e l’antigravity fitness & yoga, che mi ha aperto un mondo.

Non più solo acqua e terra ma anche aria! Poter stare in sospensione per me è stata una scoperta! Sono diventata Presenter e insegnante per Fiteducation Italia.

Cos’è per te l’attività fisica e cosa vuoi trasmettere a chi ti segue attraverso internet?

L’attività fisica per me è muoversi, un bisogno primario. Il movimento è vita e cambiamento. Indispensabile per mantenere salute mentale e fisica.

Pensi che la particolare situazione che il lockdown ci ha “obbligati” a vivere ti abbia aperto nuove possibilità annullando i confini in cui vivi?

Sicuramente ha messo a dura prova la mia professionalità. Ma ogni crisi apre sempre nuove possibilità. Ho sperimentato ciò che negli Stati Uniti esiste e funziona da anni: l’allenamento online.

Prima su instagram, poi su zoom, ho letteralmente trasferito la mia Boutique. Questo mi ha permesso di conoscere nuove persone, di essere utile socialmente (proponendo un modello di vita sano, fondamentale soprattutto in una situazione di stress come quella del lockdown) e di migliorare la didattica. Non potendo lavorare con la persona in presenza, diventa fondamentale la parte di insegnamento.

Arriviamo alla parte più interessante per chi ci segue: Pilates e ciclismo credi che sia un buon binomio?

Il ciclismo è uno sport straordinario, che plasma la mente, la abitua alla sfida e alla resilienza. Questo comporta mettere a dura prova il corpo, soprattutto colonna vertebrale e anche.

Il Pilates è una ginnastica neuromuscolare che lavora su principi come: respirazione, allungamento assiale e core control, allineamento di arti superiori e inferiori, mobilizzazione segmentale della colonna in flessione ed estensione, integrazione funzionale del movimento.

Da un lato consente un release e un recupero attivo (nei giorni di riposo dalla bici), dall’altro permette di allenare la muscolatura profonda, stabilizzatrice, da utilizzare in sella.

Pilates e postura: noi ciclisti a volte accusiamo dolori fisici come: mal di schiena, male al collo, alle articolazioni… può aiutarci ad alleviare i sintomi senza ricorrere sempre a medicinali?

Con il tempo e la costanza, il metodo Pilates permette di sviluppare consapevolezza e porta la persona ad auto correggere la sua postura potenzialmente scorretta nella vita quotidiana. Questo vale anche per lo sport praticato. Pilates può fungere da antidolorifico, riequilibrando il corpo, ma anche la mente e lo spirito.

Le tue lezioni sono per tutti?

Assolutamente sì, sono multilivello. Possono interessare tutti, dagli atleti ai principianti. La prova è gratuita, proprio perché tutti possano “sentire” con il proprio corpo.

Un argomento che ci sta molto a cuore è “Sport e Mamme”. Che messaggio vorresti trasmettere alle donne? Sei sempre riuscita a conciliare la tua vita di mamma con quella di sportiva?

Adoro lavorare con le donne. Sono straordinarie per la loro capacità di essere tutto: lavoratrici, madri, compagne, imprenditrici, sognatrici, atlete. La conciliazione di questi ruoli richiede molta energia e molto equilibrio.

Mamma e insegnante di pilates

Nel tempo ho cambiato la mia idea di “allenamento”, rifuggendo dall’allenamento strenuo, fine a se stesso, ovvero dalla logica del “se non finisci strisciando, non ti sei allenata abbastanza”. È stato molto difficile, all’inizio, abbandonare questa logica agonistica, così come vedere il mio corpo cambiare completamente, nella gravidanza e nell’allattamento.

Però questo mi ha permesso di evolvermi verso un concetto più olistico e preventivo, scoprendo lo Yoga Ristorativo, il posturale dinamico, la ginnastica ipopressiva, CardioYoga e altre discipline. Ora, sperimentando per prima cosa significhi essere madre (notti insonni, spostamenti a tutte le ore, gestione di imprevisti e così via), propongo alle mie clienti una logica allenante diversa: smarter not harder! Ovvero un allenamento intelligente e non per forza sfinente.

Se dovessi dare un messaggio alle nuove generazioni riguardo lo sport, quale daresti?

Muovetevi, lo Sport è vita! Lo Sport è libertà e uguaglianza.

Come e dove possiamo seguirti?

Mi trovate qui:
Web www.fitnessboutique.club
Mail info@fitnessboutique.club
Instagram @miretz
Facebook @fitnessboutique

Scrivetele per provare un suo allenamento!

Sapete cosa ci piace del tuo metodo d’insegnamento e perchè abbiamo pensato di dedicarle una spazio sul nostro blog?

È il modo in cui spiega gli esercizi, molto chiaro e comprensibile anche da un principiante, tutto è ben studiato nei dettagli come ad esempio il passaggio da un movimento all’altro, pensato per essere semplice e non brusco per il fisico.

Saper dare indicazioni in maniera efficace, anche a distanza, è sicuramente una gran dote.
Se dovessi pensare ad una frase che ha segnato il nostro lockdown e che ancora oggi il mio compagno ricorda con ironia è “Apri le coste… Chiudi naso e bocca…” 🙂 Ma per capire di cosa parlo… Provate a seguire una delle sue lezioni di Pilates Online. 😉
E buon allenamento!
Elena Martinello
http://www.elenamartinello.com
Nata a Vicenza sono arrivata a un punto della vita in cui faccio ciò che amo: vado in bicicletta... scrivo, racconto e condivido il mondo del ciclismo femminile. Co-fondatrice della community Ride Like a Girl project, ho l'obiettivo di coinvolgere più donne ad avvicinarsi a questo mondo a due ruote. Social media manager, fotografa e viaggiatrice, sempre alla ricerca di emozioni che arricchiscono il mio modo di vedere le cose.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *