martedì, Luglio 23, 2019
Home > Alimentazione > Cosa mangiare a colazione prima di un giro in bicicletta
colazione giro in bicicletta
AlimentazioneConsigliNews

Cosa mangiare a colazione prima di un giro in bicicletta

La colazione è uno dei pasti più importanti soprattutto in vista di un giro in bicicletta.

Spesso ci viene chiesto consiglio su cosa mangiare a colazione prima di un giro in bicicletta e in questo articolo vi vogliamo dare qualche consiglio generico per partire con energia.

È mattina, ci siamo appena svegliati, e il primo pensiero è già quello di fare un bel giro con la nostra bicicletta; non importa se scegliamo la mountain bike, quella da corsa oppure la gravel: ciò che importa è stare all’aria aperta e pedalare!

È già tutto pronto, abbiamo sistemato anche le ruote gonfiandole a dovere, come spiegato nel nostro tutorial “Quanto gonfiare le gomme della bici???“, quindi siamo quasi pronti per vestirci e partire… ma prima ci vuole una bella colazione!!!

La colazione… Il nostro carburante per tutto il giro in bicicletta

Per sapere cosa mangiare a colazione in vista di una gara importante o a degli obietti personali ben precisi, chi di certo vi potrà aiutare, con un piano equilibrato e corretto secondo le vostre caratteristiche fisiche, è un professionista come la nostra Irene una dietista in movimento, che già ci ha dato qualche consiglio su alimentazione e idratazione tempo fa.

Il cibo è il nostro carburante e per fare fatica ne abbiamo sopratutto se vogliamo pedalare e goderci la giornata per qualche ora. Bisogna per forza mettere un po’ di benzina nel serbatoio, il nostro motore necessita di risorse buone, pulite e nella giusta misura per poterci divertire e sfruttare al meglio le nostre capacità.

colazione vitamine proteine

L’importanza delle vitamine a colazione

Si sa, per andare in bicicletta bisogna essere forti e nutrirsi di frutta e verdura è alla base di una dieta ottimale. Noi per iniziare vi consigliamo una partenza sprint: la spremuta di un limone con un po’ di acqua calda.

Già, l’idea non vi entusiasma, vero? Sappiate però che l’effetto “lavatrice interna” che avrà questa pratica sul vostro corpo è qualcosa di molto potente! E quindi forza, il gioco vale la candela!
Se preferite, unite al bicchiere d’acqua calda con limone un kiwi, così aumenterete l’apporto di vitamina C.

Leggi anche: Frutta e verdura: quanta, quale, perché e dove acquistarla!

Colazione… meglio salato!

Cosa non dovrà mai mancare sul tavolo è un menù fatto di carboidrati e proteine, nel giusto mix per compensare tutti gli sforzi che la bicicletta ci presenterà. Qui starà a noi assecondare i nostri gusti alle nostre esigenze, sia in termini di quantità che di tipologia. Dallo yogurt di soia a quello bianco, dal pane di segale a quello integrale, fino ad arrivare al prosciutto e a una buona integrazione fatta con prodotti di alta qualità a base di proteine.

E un po’ di musica in sottofondo, di quelle che ti caricano, non la vogliamo mettere? 😉

Ad ogni modo quello che vogliamo proporvi è un pasto ricco, vario, che cambia anche da un giorno all’altro se possibile. Non facciamo mai mancare le noci, magari qualche prugna secca e una bella tazza di thè verde fumante, che ci darà la carica al pari di un buon caffè, oltreché idratarci a dovere.

La colazione troppo zuccherata rischia di darvi un picco glicemico e che si esaurisce dopo poco tempo che state pedalando. Scegliendo alimenti salati, invece, avrete un’autonomia più prolungata.

Sara Taiocchi in bici in Val di Fassa per Girlstories
Foto: Your Big Stories

Pronti? VIA!

Teniamo bene a mente che anche se abbiamo in programma di fare un giro in bicicletta molto lungo, non è il caso di riempirci fino allo sfinimento, anzi!

Nel caso così fosse, permettiamoci di introdurre durante la colazione qualcosa di leggermente più grasso, ma nulla di più. Starà poi a noi, durante la pedalata, integrare le energie.

E ricordiamo di idratarci a dovere, come spiegato in un nostro post “Le regole di una buona idratazione: prima, durante e dopo l’attività fisica“, perché è fondamentale non perdere liquidi e mantenere alto il livello di performance.

Ora vestiamoci, magari al caldo in modo da garantire il tempo di una buona digestione e poi… via, siamo pronti!

Cosa mangia una campionessa di sci a colazione??? Segui i consigli di Caterina Ganz atleta nazionale di sci di fondo.

E se avessimo poco tempo?

Vi consigliamo di andare a fare una corsetta, perché no?! Intanto i nostri consigli generici vanno ben per ogni sport e perfino per iniziare una giornata di lavoro.

Rispondi